Press conference in Strasbourg, the intervention Virginie Joron

22 Gen 2023|Covid-19|

Con alcuni dei colleghi del gruppo MEP’S MEPs’ Alliance for Liberty (Alleanza per la Libertà): Cristian Terhes – Romania, Ivan Sinčič, – Croatia, Virginie Joron – France, Christine Anderson – Germany,
abbiamo tenuto una conferenza stampa a Strasburgo per affermare che la nostra lotta per la libertà, la salute, la trasparenza e la giustizia continua.
Qui la trascrizione integrale dell’intervento della collega Virginie Joron in italiano ed a seguire in inglese.

Italiano

Signore e signori,

Sproporzionate, deliranti e assolutamente controproducenti. Tre parole che descrivono perfettamente le restrizioni che ci sono state imposte. Chiusure che hanno avuto un impatto minimo o nullo sulla mortalità del COVID-19. E lo sapevamo fin dal primo giorno.

Perché la Svezia, che si è rifiutata di chiudere completamente la sua società, ha davvero avuto risultati peggiori?

La Florida, dove il coraggioso governatore DeSantis ha difeso la libertà rifiutandosi di seguire gli ordini di Fauci, è andata peggio?

E i molti Paesi africani, dove non ci sono state chiusure di sorta, sono stati decimati?

No, certo che no.

Allora, per contrasto, guardate ora le scene caotiche in Cina. Il Paese ha subito due anni di serrate totalitarie che alcuni dei politici qui presenti sognano di replicare. Ora, due anni dopo, la Cina è in crisi.

Le chiusure forzate hanno causato miseria, disperazione e sofferenza a milioni di persone.

Ci hanno privato della libertà.

Ci hanno privato del lavoro.

Ci hanno privato della salute.

E, cosa probabilmente peggiore di tutte, hanno messo in pericolo il futuro dei nostri figli.

Ormai sono state pubblicate tonnellate di rapporti, sufficienti a riempire un’intera biblioteca. Tutti confermano il danno arrecato al benessere dei nostri figli.  Chiusura delle scuole, lockdown, assenza di contatti diretti, interruzione dei servizi di salute mentale. Tutto questo ha portato a un’impennata dei problemi psicologici. Rabbia, stress, depressione, ansia e pensieri suicidi sono saliti alle stelle. Tragicamente, milioni di bambini hanno perso anni di sviluppo educativo e sociale che li condizioneranno per il resto della loro vita.  Molti di questi danni potrebbero essere irreparabili.

Difficile da riparare è anche il danno che queste misure tiranniche hanno causato ai fondamenti stessi delle nostre società libere e democratiche. Se queste chiusure ci insegnano una lezione, è che non possiamo mai, e ripeto mai, dare per scontata la nostra libertà o addirittura la nostra salute. I diritti fondamentali saranno calpestati alla prima occasione dalle élite che ci governano.

La nostra libertà, la nostra salute, il nostro benessere sono nelle mani di tecnocrati, globalisti e big-pharma. Elites desiderose di puntare il dito contro chiunque non segua rigorosamente gli ordini di coprifuoco. Elites che hanno messo alla gogna chiunque mettesse in dubbio il “vaccino” o si rifiutasse di farlo. Ma ora che è il loro turno di rendere conto, si nascondono nelle loro torri d’avorio, tirando su il ponte levatoio.

Sì, sto parlando anche di quei plutocrati, molti dei quali sono appena arrivati a Davos con i loro jet privati. Trascorrono il loro tempo accoccolati nel loro decadente resort sulle Alpi svizzere, dove possono pianificare le restrizioni dei nostri diritti civili quando la prossima pandemia colpirà. Tenuti lontani dalla gente da un esercito di agenti di polizia, in modo che nessuno possa chiedere loro conto.

Uno dei soliti sospetti, senza sorpresa, è il presidente della Commissione Von der Leyen, che non si fa trovare da nessuna parte quando è il momento di rispondere alle domande. Di cosa ha discusso con l’amministratore delegato della Pfizer quando ha distribuito 35 miliardi di euro del nostro denaro per l’acquisto di vaccini? Nessuno lo sa. Il Mediatore, la Corte dei Conti, la Procura europea, gli Stati membri, il Parlamento e i cittadini sono in attesa di risposte.

Ma noi continueremo a cercare di scoprire la verità, per tutto il tempo necessario.  Per far sì che tutti i vertici della galassia UE rendano conto delle loro dottrine in materia di isolamento e vaccini.

Le chiusure, i vaccini obbligatori, i pass Covid ci insegnano alcune lezioni molto importanti:

Che la libertà non è sicura.

Che i diritti civili non possono mai essere dati per scontati.

Che coloro che ci governano si rifiutano di essere ritenuti responsabili.

Ecco perché dobbiamo prendere posizione e difendere i nostri diritti. E con il sostegno di tanti, noi lo faremo.

 

Grazie

English

With colleagues from our group “MEP’S Alliance for Liberty”: Cristian Terhes – Romania, Ivan Sinčič, – Croatia, Virginie Joron – France, Christine Anderson – Germany,
I spoke at a press conference in Strasbourg to affirm that our fight for freedom, health, transparency and justice goes on.
Here is the test of the intervention Virginie Joron in english and french.

—–

Disproportionate, delusional and utterly counterproductive. Three words that neatly sum up the lockdowns that were imposed on us. Lockdowns that had little or no impact on COVID-19 mortality. And we knew it, from day one.

For is Sweden, which refused to completely shut down its society really worse of?

Is Florida, where the brave governor DeSantis defended freedom by refusing to follow Faucian orders, really worse of?

And the many African countries, where there were no lockdowns to speak of, did they perish?

No. Of course not.

Then by contrast, look right now at the chaotic scenes in China. The country suffered two years of totalitarian lockdowns that some of the politicians here may dream of. Now two years later, China is in breakdown.

The lockdowns forced upon us caused misery, despair and the suffering of millions of people.

It deprived us of our freedom.

It deprived us of our jobs.

It deprived us of our health.

And, arguably worst of all, it has put the future of many of our children in jeopardy.

By now tons of reports have been published, enough to fill an entire library. All confirming the damage done to our children’s’ wellbeing. School closures, lockdowns, no face-to-face contacts, disruption of mental health care services. All of this led to psychological problems skyrocketing. Anger, stress, depression, anxiety and suicidal thoughts have hit the roof. Tragically, millions of children lost years of educational and social development that will affect them for the rest of their lives. Much of it may be beyond repair.

Also hard to repair, is the damage these tyrannical measures have caused to the very fundaments of our free and democratic societies. If these lockdowns teach us one lesson, it is that we can never, and I repeat, never, take our freedom or even our own health for granted. Basic rights will be trampled at the first opportunity by the elites that rule over us.

Our freedom, our health, our wellbeing, they are in the hands of technocrats, globalists and big-pharma. Elites keen to point fingers at anyone not following curfew orders strictly. Elites that pilloried anyone questioning the vaccine or refusing to take the jab. But now that it is their turn to be brought to account, they hide in their ivory towers, pulling up the drawbridge.

Yes, I am also talking about those plutocrats, many of which just flew in their private jets to Davos. Spending their time snuggled together in their decadent Swiss Alps resort. Where they can plan on restrictions of our civil rights when the next pandemic hits. Shielded away from the people by an army of police officers, so that no one can hold them to account.

One of the usual suspects, unsurprisingly, is Commission president Von der Leyen, who is nowhere to be found whenever it is time to be held accountable. What did she discuss with Pfizer’s CEO when handing out 35 billion euros of our money buying vaccines? Nobody knows. The Ombudsman, the Court of Auditors, The European Public Prosecutor’s Office, the Member states, this Parliament and the people, all are waiting for answers.

But we will continue the chase to uncover the truth, for as long as it takes. To make every one of them in the top of the EU-galaxy account for their lockdown and vaccine doctrines.

For the lockdowns, the mandatory vaccines, the Covid passes, they teach us some very important lessons:

That freedom is not free.

That civil rights can never be taken for granted.

That those ruling over us refuse to be held accountable.

That is why we must to take a stand and defend our rights. And with the support of so many, we will.

Thank you.


FRANCESCA DONATO – Mep Non Iscritta al parlamento Europeo

La responsabilità esclusiva per i pareri espressi spetta all’autore.

Questi pareri non riflettono necessariamente le posizioni ufficiali del parlamento Europeo

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Condividi su

Potrebbe anche interessarti