L’assunto su cui si regge il Green Pass è falso a norma di Scienza

Uno studio inglese dimostra che l’assunto che giustificherebbe il green pass per ridurre i contaggi è falso.

In questo interessantissimo report, il prof. Marco Consentino, ordinario dell’università dell’Insubria riassume uno studio inglese su 96.000 casi indice, sottoposti al tracciamento di contatto.

I risultati dello studio non lasciano equivoci. I casi indice vaccinati contagiano meno dei vaccinati per i primi tre mesi. Poi la contagiosità è identica ai non vaccinati.

Lo strudio inoltre dimostra che solo il 10% dei contagi avvengono in luoghi pubblici e solo il 10% al  lavoro. In pratica la sede principale della trasmissione del virus sono gli ambienti domestici. Lo studio pertanto mostra chiaramente che il green pass non ha alcuna funzione nell’assunto sui cui  riduzione dei contagi.

La mia valutazione politica contraria resta pertanto confermata e l’insistenza del governo, proprio in quanto non supportato neanche da dati scientifici, non deve lasciarci abbassare la guardia su questo pericolosissimo strumento.

Condividi su